Get Microsoft Silverlight
  • 20 febbraio
    ore 23:23

    Orso d’oro alla Turchia, ma Polanski è l’Orso in gabbia

    Berlino 2010 Commenti disabilitati su Orso d’oro alla Turchia, ma Polanski è l’Orso in gabbia

    di Cristiana Paternò / CinecittàNews

    È un Orso in gabbia, quello di Roman Polanski, miglior regista della Berlinale numero 60 con il bel thriller dai risvolti politici L’uomo nell’ombra. Il cineasta, agli arresti domiciliari in Svizzera, non può essere al Festival per ritirare il premio. Ma scherza: “Non sarei venuto comunque, l’ultima volta che sono andato a un festival mi hanno arrestato”. In effetti è stato fermato dalla polizia svizzera proprio mentre si recava a Zurigo per ritirare un premio alla carriera, il 26 settembre dell’anno scorso per una vicenda di violenza carnale che risale al 1977 e per la quale gli Stati Uniti hanno chiesto l’estradizione.

    Sul palco della Berlinale sono saliti i due produttori, Alain Sarde e Robert Benmussa, che hanno raccontato: “L’uomo nell’ombra è uscito oggi negli Stati Uniti e i risultati del box office sono incoraggianti, segno che il pubblico americano pensa al cinema e non a qualcosa altro”. E hanno aggiunto: “Quest’Orso d’argento è il suo terzo premio importante alla Berlinale dopo le vittorie con Repulsion e Cul-de-sac, e arriva anche dopo l’Oscar e la Palma d’oro. Roman è un grande artista, uno dei più grandi al mondo, e in questo momento è molto felice nonostante il periodo difficile che attraversa”. Nessun commento tuttavia sulla vicenda giudiziaria. “Siamo amici, lavoriamo insieme da decenni, ma non parliamo della sua vita privata”.

    L’Orso d’oro è andato al turco-tedesco Miele, terzo episodio della trilogia di Semih Kaplanoglu: è il secondo Orso per la Turchia negli annali del festival e arriva a 45 anni da Susuz Yaz di Ismail Metin. Pioggia di premi sul film russo How I Ended This Summer, particolarmente amato dal presidente della giuria Werner Herzog anche per il suo messaggio ecologista: a vincere è stato il direttore della fotografia e i due interpreti Grigori Dobrygin e Sergei Puskepalis. Miglior attrice la giapponese, di scuola Kabuki, Shinobu Terajima per il pacifista Caterpillar di Koji Wakamatsu. Doppio riconoscimento anche al romeno Florin Serban per If I want to whistle, I whistle. “Una conferma di quello che di buono sta accadendo nel nostro cinema, con autori come Mungiu e Poromboiu”, ha detto il cineasta romeno, all’opera prima con questa storia ambientata in un carcere minorile e interpretata da attori non professionisti. “Il nostro presidente mi ha telefonato per complimentarsi e mi ha detto che tra un mese verrà alla premiere a Bucarest”.

    L’uomo nell’ombra, basato sul romanzo di Robert Harris, anche sceneggiatore insieme a Polanski, uscirà nelle sale italiane il 9 aprile con 01 Distribution: è interpretato da Ewan McGregor e Pierce Brosnan. “Agli attori non abbiamo ancora dato la notizia perché si trovano a Los Angeles ma lo sapranno presto, perché tutte le agenzie del mondo stanno rilanciando l’Orso d’argento”, dicono ancora i due produttori. All’oscuro della vittoria anche il bambino protagonista di Miele. “Ha 8 anni e a quest’ora sta dormendo”, ha spiegato Kaplanoglu.

    Tutti i premi della Berlinale

    Orso d’oro
    Bal di Semih Kaplanoglu (Turchia)

    Gran Premio della giuria
    If I want to whistle I whistle
    di Florin Serban (Romania)

    Orso d’argento al miglior regista
    Roman Polanski
    per L’uomo nell’ombra (GB, Germania, Francia)

    Orso d’argento alla miglior attrice
    Shinobu Terajima
    per Caterpillar di Koji Wakamatsu (Giappone)

    Orso d’argento al miglior attore
    ex aequo a Grigori Dobrygin e Sergei Puskepalis, interpreti di How I Ended This Summer di Alexei Popogrebsky

    Orso d’argento miglior sceneggiatura
    Apart together
    di Wang Quan’an (Repubblica Popolare Cinese)

    Orso d’argento per il miglior contributo artistico
    DOP
    di How I Ended This Summer di Alexei Popogrebsky (Russia)

    Alfred Bauer Prize
    If I want to whistle I whistle di Florin Serban (Romania)

    Miglior opera prima
    Sebbe
    di Babak Najafi (Svezia, Generation 14plus)

    Berlinale Camera
    Yoji Yamada

  • 20 febbraio
    ore 15:16

    “La bocca del lupo”, dopo Torino conquista il Forum berlinese e vince anche il Teddy Award

    Berlino 2010 Commenti disabilitati su “La bocca del lupo”, dopo Torino conquista il Forum berlinese e vince anche il Teddy Award

    di Cristiana Paternò /Cinecittà News

    La bocca del lupo di Pietro Marcello ha vinto il premio Caligari del Forum, l’importante sezione collaterale della Berlinale che l’aveva selezionato. Il bel film, voluto dai gesuiti di Genova della Fondazione San Marcellino, aveva già trionfato al Torino Film Festival e a Berlino ha vinto anche il Teddy Award, premio riservato al cinema a tematiche omosessuali, come miglior documentario. Lusinghiere le recensioni dei giornali tedeschi e dei trade come Variety e THR, che ne hanno parlato come del film più bello del Forum.

    La motivazione del Premio Caligari, assegnato da una giuria composta da Dörte Küll, Axel Röthemeyer, Esther Buss dice, tra l’altro, che il film “fin dall’inizio trascina il pubblico in un mondo scuro, malinconico che affascina per la mescolanza di bizzarra bellezza e asprezza. Alterna immagini frammentarie di Genova e il racconto di un’inusuale storia d’amore fra un ex criminale e un transessuale. Il montaggio poetico associativo combina generi diversi, interviste, ricostruzioni, immagini documentarie e materiali di repertorio, una combinazione eterogenea e densa che ha un effetto ipnotico”.

    Prodotta dalla Indigo Film e l’Avventurosa Film in collaborazione con Rai Cinema e Babe Films, la pellicola è nata dalla volontà della Fondazione San Marcellino di raccontare la città di Genova e il suo tessuto sociale. Costato appena 100mila euro, il film, che utilizza anche splendidi materiali di repertorio, sarà distribuito in Francia e Sud America (con le vendite internazionali gestite da MK2), mentre in Italia è in sala da ieri con Bim a Roma, Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze.

LEGGI LE NEWS DEL GIORNO

febbraio: 2018
L M M G V S D
« feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

I film al festival